Surriscaldamento

Surriscaldamento ed attemperamento

La temperatura di surriscaldamento può subire variazioni per svariati motivi.

I surriscaldatori garantiscono il raggiungimento di temperature del vapore superiori a quelle richieste.

La temperatura di surriscaldamento viene abbassata e regolata in maniera precisa tramite l'attemperamento.

L'attemperamento può essere di due tipi:

- a superficie

- tramite iniezione di acqua liquida

 

Attemperamento a superficie

L'abbassamento della temperatura avviene derivando una parte del vapore surrriscaldato e facendolo passare attraverso uno scambiatore all'interno del corpo cilindrico inferiore (più raramente anche superiore) della caldaia.

Questo tipo di attemperamento è solitamente utilizzato negli impianti più piccoli, come le caldaie a "D" delle cartiere.

 

Attemperamento ad iniezione di acqua liquida

L'acqua demineralizzata viene iniettata disponendo di un certo numero di ugelli, e la regolazione della portata necessaria avviene aprendo più o meno ugelli tramite la salita o discesa di un pistoncino.

Il tratto di tubo della zona di iniezione viene controtubato, affinché il tratto di tubo sottoposto a shock termico non sia sottoposto anche a pressione.

Questo tipo di attemperamento è tipico degli impianti più grandi, come gli inceneritori.

 

Schema attemperamento ad iniezione